Cerca nel portale

Sciumbasci - maresciallo Beraki GHEBRESLASIE

Resoconto di due giornate che devono farvi sentire orgogliosi

Roma 11 giugno 2008

Casa di Riposo dove si trova ospite il Signor (Sciumbasci - maresciallo) Beraki GHEBRESLASIE

trasmettervi l’emozione per aver conosciuto di persona quest’uomo non è semplice.. In occasione del primo incontro, oltre al sottoscritto, erano presenti un mio collega di lavoro, il direttore del giornale il Periodico di Roma, la responsabile amministrativa della Casa di Riposo del Comune di Roma e il Capo Reparto Infermieri –
Appena giunto sul posto, ho riconosciuto subito il signor Beraki, in quanto ci stava aspettando all’interno del giardino dell'Istituto (la direzione la mattina gli aveva comunicato solamente il nostro arrivo, e lui non sapeva nient’altro, questo per farvi capire il grande rispetto che il Maresciallo Beraki GHEBRESLASIE ha nei confronti delle persone) – Appena entrato gli sono andato incontro e presentandomi ufficialmente, ho notato nel suo sguardo una grande emozione, ho cercato immediatamente di farlo rimanere e sentire a suo agio e da lì ci siamo spostati nell’ufficio dell’Amministrazione..
Ho spiegato al Signor Beraki com’era nata questa nostra iniziativa (più volte sono stato interrotto poiché mi chiedeva di dargli del tu.. eravamo tra Militari.. cosa di cui non sono riuscito a fare) avevo davanti un Uomo che ha Onorato fino all'ultimo l’Italia e la bandiera – ho spiegato in parole povero e generiche di cosa tratta l’associazione culturale World War, il forum e tutti gli amici che partecipano e di com’era nata su internet la nostra iniziativa nei suoi confronti, precisando che tutte le persone che avevano preso a cuore la sua storia, erano originarie di ogni angolo d’Italia, e che ogni singolo amico di WW gli mandava un caloroso saluto e un enorme GRAZIE per tutto quello che aveva fatto per la Nostra bandiera..
Nel momento in cui gli ho consegnato la lettera e la busta con all’interno i 1.700 €uro raccolti (somma provvisoria 1^ raccolta), Beraki si è emozionato tantissimo.. immediatamente ha voluto a tutti i costi alzarsi dalla poltroncina e stringere virtualmente la mano a tutti voi ed abbracciarmi.. ho perso il conto di quante volte ha detto Grazie – al termine del nostro incontro, mi sono congedato dal Maresciallo con la promessa che entro poche settimane, avrebbe ricevuto una nostra seconda visita, per consegnargli ufficialmente una targa ricordo di questo evento (all’epoca non ho voluto comunicare a Beraki eventuali altre offerte che potevano aggiungersi nel contempo) –
Abbiamo fatto una grandissima azione di solidarietà e umana nei confronti di un uomo che non chiede nulla a nessuno ma solo un riconoscimento (meritato e guadagnato sul campo) da parte delle istituzioni..
Siate veramente orgogliosi per aver partecipato a questa lodevole ed unica iniziativa..
All’interno del giardino vi è un’asta con una bandiera dell’Italia, spesso prima di uscire a fare due passi, il Maresciallo Beraki si ferma per qualche istante a rendere omaggio alla bandiera..
Grazie di cuore dal maresciallo Sciumbasci Beraki GHEBRESLASIE.


Roma 20 dicembre 2008

Casa di Riposo


Dopo un paio di date saltate a causa di impegni imprevisti e vista la notevole distanza, sono stati delegati per la consegna della targa e della seconda parte della raccolta fondi, alcuni amici di Roma.
La Direzione dell’Istituto, anche in questo caso, era stata avvisata preventivamente del nostro arrivo..
Anche se erano trascorsi alcuni mesi, il Maresciallo si è subito ricordato di noi Amici di World War, tanto da emozionarsi nuovamente e apprezzando tantissimo il nostro gesto e la targa ricordo.. per quasi un’ora ha raccontato le avventure e le disavventure della sua vita, sia da soldato Ascaro che da uomo civile..
Beraki GHEBRESLASIE ha mandato un caloroso abbraccio a tutti e un grazie di cuore per non averlo dimenticato..
 
 
Se qualcuno vuole approfondire e vedere i commenti fatti sul nostro forum può andare qui