Cerca nel portale

Accessori da elmetto

A cura di Andrea Bartoli (herr x)

Accessori da elmetto (Heer)

 

Ho voluto descrivere sommariamente alcuni degli accessori con funzionalità differenti che sono stati impiegati per mimetizzare o distinguere gli elmetti tedeschi della Seconda Guerra Mondiale, utilizzando materiale proveniente dalla mia collezione ed immagini d’epoca tratte da fonti diverse.

Questo studio non può considerarsi completo pertanto ogni integrazione e/o correzione di quanto scritto, potrà essere d’aiuto per l’approfondimento sull’argomento.

 

Fascia regolamentare da esercitazione (Helmband 32)

Negli anni precedenti lo scoppio delle ostilità gli addestramenti militari prevedevano esercitazioni sul campo che vedevano gruppi fronteggiarsi nella simulazione del combattimento ravvicinato. Tali gruppi per distinguersi facevano uso di una fascia di cotone reversibile (rossa esternamente e gialla internamente) da applicare al proprio elmetto. Il colore rosso indicava le forze nemiche attaccanti mentre quello giallo il personale fuori combattimento; anche gli arbitri che seguivano le manovre disponevano di una fascia simile ma bianca da applicare al berretto. La fascia destinata agli elmetti M16 e M18 fu testata durante le manovre effettuate dal 22 agosto al 2 settembre 1932 e fu definitivamente approvata e denominata “Helmband 32” alla fine delle stesse. La fascia misurava 75 cm di lunghezza per 4 cm di larghezza e poteva essere regolata per mezzo di una fibbia in alluminio, quindi assicurata all’elmetto mediante un nastrino grigio elasticizzato munito di gancetto e cucito nei pressi della fibbia, che risultava infine agganciato al bordo posteriore dell’elmetto.

 

Nelle foto che seguono i particolari della fascia ed il suo impiego durante le esercitazioni:

 

 

 

Nel luglio del 1936 fu introdotto un nuovo modello di fascia (Helmband 36), questa si differiva dalla precedente per l’applicazione aggiuntiva di altri due nastrini muniti di gancetti posizionati ai lati dell’elmetto quando veniva applicata.

 

 

Un’ulteriore semplificazione permise l’eliminazione della fibbia di alluminio; l’aggiunta di un pezzo di elastico colorato della stessa larghezza cucito per tenerla unita, ne garantiva una maggiore aderenza all’elmetto. Anche i nastrini che servivano a fissare i ganci al bordo dell’elmetto furono sostituiti con semplici pezzetti di elastico bianco dalle dimensioni più ridotte.

I particolari della fascia semplificata ed una comparazione tra un elmetto M16 munito di Helmband32 ed un M35 munito di Helmband36:

 

Con lo scoppio della guerra ed il suo proseguo, si rese necessario adattare gli elmetti alle condizioni migliori di mimetizzazione relativamente alle zone di operazioni ed alle stagioni in corso. Quindi mentre già in fase di produzione gli elmetti assumevano colorazioni più opache e ruvide, l’intervento individuale dei soldati portò allo sviluppo di configurazioni più o meno elaborate quali: l’uso di pezzi di tela mimetica applicati mediante anelli di gomma ricavati dalle camere d’aria, l’ utilizzo di fil di ferro per trattenere il fogliame, stracci bianchi legati per il mimetismo sulle distese innevate etc. Un accorgimento contemplato dal regolamento prevedeva l’applicazione della cinghia in dotazione al tascapane individuale con funzione di trattenimento del fogliame, come illustrato di seguito: